Vai al contenuto
Home » News » L’ascesa dei giganti del testo generativo: una panoramica sui modelli di linguaggio AI

L’ascesa dei giganti del testo generativo: una panoramica sui modelli di linguaggio AI

Negli ultimi anni, l’intelligenza artificiale (AI) ha fatto passi da gigante nel campo della generazione di testo, aprendo nuove frontiere per la creazione di contenuti e l’interazione uomo-macchina. In questo articolo, esploreremo alcuni dei modelli più avanzati e discussi recentemente, tra cui Mistral, sviluppato da Mistral AI, Gemini, un prodotto di Google DeepMind, e ChatGPT, creato da OpenAI. Confronteremo questi modelli con alcuni dei loro predecessori per fornire una panoramica completa del panorama attuale.

Mistral: L’innovatore europeo

Mistral AI è un’azienda francese fondata ad aprile 2023 da ex dipendenti di Meta Platforms, che ha sviluppato Mistral, un modello di linguaggio AI che ha guadagnato popolarità per le sue prestazioni efficienti. Mistral si basa su un’architettura Transformer “decoder-only” per l’efficienza e la generazione di testo di alta qualità. Eccelle nel ragionamento, nella comprensione della lettura e nella generazione di codice in diversi linguaggi di programmazione. È particolarmente performante nella creazione di chatbot realistici e nela generazione di documentazione tecnica.

Mistral ha dimostrato prestazioni superiori a modelli come Llama 2 13B su vari benchmark, affermandosi come uno dei modelli di linguaggio più avanzati per efficienza e prestazioni.

Gemini: La visione multimodale di Google

Google DeepMind, fondato nel 2010 a Londra, è diventato un laboratorio di ricerca di intelligenza artificiale di spicco dopo essere stato acquisito da Google nel 2014. Con uffici anche in Canada, Francia, Germania e Stati Uniti, ha sviluppato tecnologie avanzate come AlphaGo e AlphaFold, che hanno stabilito nuovi standard nel campo dell’AI. La loro ultima innovazione, Gemini, sottolinea il loro impegno verso lo sviluppo di AI multimodale e avanzata

Google DeepMind, una società di ricerca sull’intelligenza artificiale di proprietà di Alphabet Inc., ha sviluppato Gemini, un modello di linguaggio AI che rappresenta un notevole progresso nella comprensione del contesto a lungo termine e nella generazione di codice. Gemini è disponibile in diverse versioni, tra cui Gemini Ultra, Pro e Nano, ed è stato ottimizzato per una vasta gamma di compiti, dalla comprensione di immagini e testi alla generazione di codice in vari linguaggi di programmazione. La sua architettura natively multimodale gli consente di comprendere e combinare senza soluzione di continuità diversi tipi di informazioni, superando le prestazioni di modelli precedenti in una gamma di benchmark multimodali.

ChatGPT: Il rivoluzionario di OpenAI

OpenAI, fondata nel 2015 da figure di spicco come Sam Altman ed Elon Musk, si è evoluta da un’organizzazione no-profit a una struttura a profitto limitato, attirando notevoli investimenti da Microsoft. OpenAI, con sede negli Stati Uniti, ha creato non solo ChatGPT, un modello di linguaggio AI che ha stabilito nuovi standard per la generazione di testo. Ma non solo. Ha sviluppato anche modelli per la generazione di immagini da testo come DALL-E, e in ultimo Sora per la generazione di viseo, diventando un leader nel campo dell’intelligenza artificiale​

Il suo prodotto piu conosciuto resta ChatGPT che è diventato uno strumento popolare per una vasta gamma di applicazioni, dalla creazione di contenuti all’assistenza clienti. Tuttavia, con l’avvento di Mistral e Gemini, assistiamo a un’evoluzione significativa in termini di capacità, efficienza e applicazioni dell’AI.

 

Modello Architettura Capacità Applicazioni Limiti
Decoder-only Transformer
Efficienza, ragionamento, comprensione della lettura, generazione di codice
Chatbot realistici, documentazione tecnica
Nuovo, accesso limitato
Natively multimodale
Integrazione di testo, immagini e altri formati
Contenuti multimediali interattivi, assistenza clienti multimodale
Computazionalmente costoso
Generative pre-trained transformer
Generazione di testo realistico e creativo
Creazione di contenuti, assistenza clienti, scrittura automatica
Può generare informazioni errate o fuorvianti

Altri concorrenti

Oltre a Mistral, Gemini e ChatGPT, l’ambito dei modelli di linguaggio avanzati include LLaMA 2 di Meta AI, apprezzato per comprensione e generazione di codice, e MT-NLG, una collaborazione tra Nvidia e Microsoft, per la generazione di testo su larga scala. DeepMind ha introdotto GATO, mentre Stanford ha sviluppato Alpaca, accessibile per la comunità accademica. Google con FLAN UL2 ha migliorato T5, e Anthropic ha lanciato Claude, rivoluzionando l’assistenza AI. Ognuno di questi modelli ha le sue specifiche capacità e limitazioni, ed è importante considerarli tutti quando si sceglie il modello più adatto alle proprie esigenze.

Considerazioni finali

La scelta tra Mistral, Gemini, ChatGPT o altri modelli di linguaggio AI dipenderà dalle esigenze specifiche di ciascun progetto o applicazione. Mistral offre efficienza e capacità di generazione del testo all’avanguardia, ideali per ambienti in cui la precisione e la qualità del testo sono fondamentali. Gemini, con le sue capacità multimodali, apre nuove possibilità per applicazioni che traggono vantaggio dall’integrazione di diverse forme di input e output. ChatGPT, d’altra parte, ha dimostrato di essere un modello versatile e rivoluzionario per la generazione di testo.

È importante considerare anche le diverse legislazioni di riferimento a cui sono soggetti questi modelli, a seconda della loro ubicazione geografica. Questo potrebbe avere implicazioni sulla raccolta e l’utilizzo dei dati personali, nonché sulla sicurezza e la riservatezza delle informazioni.

In generale, questi modelli rappresentano un passo significativo verso un’interazione uomo-macchina più naturale e avanzata. Con il continuo sviluppo e perfezionamento di questi modelli, possiamo aspettarci un futuro in cui l’AI svolgerà un ruolo sempre più importante nelle nostre vite

Questo articolo è il risultato di un esperimento di collaborazione tra i tre diversi modelli di intelligenza artificiale: ChatGPT, Mistral e Gemini. Ciascuno di questi modelli ha apportato le proprie competenze uniche. Sono stati  forniti prompt specifici che hanno permesso una collaborazione tra i tre modelli. Il prodotto finale pubblicato è la testimonianza della possibile sinergia tra le diverse AI. Possiamo sfruttare non solo le loro potenzialità individuali, ma anche integrare le loro diverse competenze nella generazione di  contenuti in base alle nostra esigenze e gestendo noi grazie ai prompt il filo conduttore. 

In particolare Mistral ha fornito la migliore versione stilistica, ChatGPT4 grazie alla sua capacita di navigazione sul web ha potuto verificare le informazioni, integrare alcune informazioni citando le fonti e rielaborare parte del testo. Gemini, che ha anch’egli accesso al web ha verificato ulteriormente le informazioni e suggerito lo schema comparativo e integrato le fonti. La traduzione è stata affidata a ChatGPTe la foto a corredo dell’articolo é stata creata con DALL.E.

L’autore, ovvero la parte umana ha fornito con i prompt il canovaccio da seguire, effettuato verifiche e correzioni ad alcune risposte non precise da parte del modello, e fatto interagire i tre modelli inserendo in ognuno prompt specifici.

Questo piccolo esercizio sperimentale rappresenta un esempio di collaborazione tra diverse intelligenze artificiali, dimostrando come ChatGPT, Mistral e Gemini possano unire le loro forze per creare contenuti completi, precisi e ben strutturati. L'intervento umano, attraverso i prompt, ha guidato la sinergia tra le AI, indirizzandole verso un obiettivo comune e garantendo la coerenza e l'affidabilità del prodotto finale, confermando che l’apporto dell’umano non è affatto secondario.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *